Menù di navigazione+

2015/6: parte un nuovo anno OPEN per weLand



Scritto da Stefano Caneva il 14 dicembre 2015
Categoria Eventi | Tags: , , | nessun commento


12369208_1021644274540411_4586952923862894684_n

La scorsa settimana abbiamo girato la pagina sui progetti weLand, concludendo alla grande lo strepitoso anno 2015 con la premiazione regionale e nazionale di Wiki Loves Monuments, che ci ha visti protagonisti grazie al 3° e 6° posto nazionali e al 2° mondiale di Elio Pallard, autore di scatti dellaSacra di San Michele e della Pieve dei SS. Nazario e Celso a Montechiaro, Asti.

Il 2015 è stato l’anno in cui weLand ha rilanciato il contest regionale piemontese, costituendo una rete di organizzazioni collegate a Wikimedia Italia e quindi istituendo il primo Premio Speciale Regionale di Wiki Loves Monuments Italia.

Ma è stato anche l’anno del lavoro nelle scuole con Wikipedia va a scuola e Dalle Colline d’Europa.

La scorsa settimana ci ha dato l’occasione per lanciare due nuovi progetti ambiziosi:

- #WLPiemonte 2016: la nuova campagna rafforzerà i risultati raggiunti quest’anno unendo per la prima volta in un’unica iniziativa open digitale e accessibilità fisica ai monumenti del patrimonio. Ne nasceranno due premi speciali, uno a scala regionale e uno nazionale, che premieranno le migliori foto WLM di siti del patrimonio accessibili e uniranno le forze di #WPiemonte 2015 con quelle delle principali istituzioni attive nel settore del turismo per a disabilità, la Consulta per le Persone in Difficoltà (CPD) e l’Istituto Italiano per il Turismo per Tutti (ISITT). Sarà l’occasione per una più ricca campagna di sensibilizzazione e di eventi, riuniti attorno ai canali di comunicazione #WLPiemonteForAll e #WLMITForAll.

- A Scuola di Open Coesione (ASOC) arriva per la prima volta ad Asti: un progetto di grande successo nazionale, in rete con altre 120 scuole, 30 Europe Direct e altre 60 Associazioni, arriva all’IPSIA Castigliano di Asti. ASOC unisce educazione civica, competenze digitali, statistiche e data journalism, nonché competenze trasversali quali sviluppo di senso critico, problem-solving, lavoro di gruppo e abilità interpersonali e comunicative, per produrre narrative d’impatto a partire dai dati sugli interventi finanziati dalle politiche di coesione dell’Unione Europea. Il percorso didattico, che coinvolge anche i docenti, si compone di 5 lezioni in cui i ragazzi dovranno costruire dei gruppi di monitoraggio civico, analizzare i progetti finanziati sul territorio e comporre un report dettagliato con strumenti innovativi. Il nostro obiettivo è costruire reti di cittadini consapevoli. E i ragazzi, ancora una volta, sono la nostra migliore priorità.

Più informazioni sul progetto: www.we-land.com/progetti/progetti-in-corso/asoc/

IMG-20151213-WA0000
Stefano Caneva

Stefano Caneva

Currently living between Belgium (Antwerp) and Italy (Padova), where he is Marie Curie Research Fellow in History and Digital Humanities at the University of Padova (IT). Co-founder and vice-president of weLand (2012), for which he is responsible for the projects related to Cultural Heritage and educational institutions. Member of Wikimedia Belgium, Wikimedia Italia and the Europeana Network. Project manager of Wiki Loves Piemonte and Wiki Loves Monuments Belgium.

Altri post dello stesso autore - Website


Facebook



Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>