Menù di navigazione+

Al via l’edizione 2017 di Wiki Loves Monuments



Scritto da Maura Cucchi Osano il 1 settembre 2017
Categoria Eventi Progetti | Tags: , , , , , , , , , , , , , | nessun commento


intestazione art

Da oggi fino alla fine di settembre, fotografi professionisti e amatori senza alcuna restrizione di età potranno partecipare alla competizione condividendo con licenza libera su Wikimedia Commons i propri scatti dei monumenti italiani.
Le fotografie migliori, selezionate da una giuria di wikipediani e fotografi professionisti, saranno premiate con speciali riconoscimenti e potranno inoltre concorrere a far parte della classifica globale del concorso, che selezionerà i 10 migliori scatti tra i vincitori di più di 50 Paesi.

Anche nel 2017, per il sesto anno consecutivo invitiamo tutti i cittadini a immortalare il patrimonio culturale italiano perchè nel nostro Paese ha una particolare valenza sociale: il ricco patrimonio artistico , archietettnico e culturale è ancora scarsamente valorizzato in rete per l’assenza di libertà di panorama e i vincoli posti dalla normativa vigente.
In Italia, infatti, per poter fotografare monumenti e pubblicare gli scatti con licenza libera è necessario chiedere un’autorizzazione a chi ha in consegna o possiede tali beni.
Ad oggi 875 enti hanno scelto di collaborare con Wikimedia Italia, rendendo possibile la riproduzione e la diffusione di immagini di 7676 monumenti (+ 27,22% rispetto al 2016), permettendo di raccogliere più di 70.000 scatti, riutilizzabili gratuitamente da parte di tutti – istituzioni comprese – per ogni scopo, anche commerciale: un immenso patrimonio che viene consegnato alla collettività.

L’edizione 2017 di Wiki Loves Monuments può contare sul supporto di importanti partner e sponsor: a Euronics e Enegan Luce & Gas, si uniscono quest’anno Nikon e Radio Italia in qualità radio ufficiale del concorso,
Si rinnova la fruttuosa collaborazione con gli storici partner del concorso APT Servizi Emilia Romagna, BASE Milano, FIAF, Fondation Gran Paradis, ICOM Italia, Touring Club Italiano, Toscana Foto Festival, WWF Italia e Archeomatica.
Oltre a supportare la competizione con attività di comunicazione e iniziative mirate, i partner del concorso metteranno in palio speciali premi tematici per i partecipanti, che contribuiranno a valorizzare ulteriormente gli scatti in gara.

Grazie al contributo di queste queste forse si è arrivati a ben 12 concorsi regionali nel quadro di Wiki Loves Monuments: a Trentino-Alto Adige, Piemonte, Liguria, Lombardia, Emilia-Romagna, Toscana e Basilicata si aggiungono Val D’Aosta, Veneto, Calabria, Marche, Sicilia e Sardegna. I migliori scatti verranno decretati dai wikipediani locali con il supporto dei delegati regionali FIAF.

Oltre alla promozione del concorso, i partner locali e gli enti aderenti a Wiki Loves Monuments organizzeranno numerose wikigite, safari fotografici alla scoperta del patrimonio culturale italiano. Al momento risultano oltre 50 appuntamenti programmati, ma la lista è in continuo aggiornamento.

Per approfondire: http://wikilovesmonuments.wikimedia.it/
Come partecipare: http://wikilovesmonuments.wikimedia.it/concorso-fotografico-wlm/
Il calendario delle wikigite 2017: http://wikilovesmonuments.wikimedia.it/calendario/

Maura Cucchi Osano

Maura Cucchi Osano

Laureata in Architettura, fa parte della Commissione Cultura dell'Ordine degli Architetti di Asti. Oltre all’architettura è appassionata di psicologia e in particolare quella parte che mette in relazione il benessere delle persone e i luoghi in cui vivono e non perde occasione di approfondire la ricerca sull’argomento. Innamorata di Asti e del suo territorio, crede che con il lavoro di squadra, creando reti di collaborazioni e allargando gli orizzonti si possa valorizzare il patrimonio esistente per un futuro migliore. “Un luogo non è mai solo “quel” luogo: quel luogo siamo un po’ anche noi.” Cit. A. Tabucchi

Altri post dello stesso autore


FacebookLinkedInPinterest



Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>