Menù di navigazione+

L’arte di Joris Wouters e i muri che parlano



Scritto da Stefano Caneva il 21 ottobre 2014
Categoria Eventi | Tags: , , , , | nessun commento


I muri parlano, Venezia, Joris Wouters

Ho incontrato per la prima volta Joris Wouters lo scorso settembre ad Anversa, appena dopo il mio ritorno dalle vacanze estive in Italia. Traduttore, copywriter, narratore e artista, Joris ha co-fondato il progetto Italia Magia, un luogo d’incontro virtuale che raccoglie e condivide storie di bellezza, arte e scoperta in Italia per un pubblico nederlandofono.

Con Joris ho parlato di quel che faccio in Belgio e in Italia. Ho parlato di weLand, della volontà di valorizzare il nostro patrimonio attraverso la partecipazione, l’innovazione e la creatività in una prospettiva insieme regionale e internazionale. Ho parlato di identità che si accumulano invece di competere l’una contro l’altra, e di quanto in questi anni ho imparato non solo sul Belgio, ma anche sull’Italia e più nel dettaglio sul Piemonte meridionale. Perché i miei percorsi come ricercatore all’estero e come co-fondatore di weLand sono molto più profondamente legati di quel che possa sembrare a prima vista.

Joris mi ha raccontato la sua esperienza dell’Italia e mi ha fatto scoprire I muri parlano, lo straordinario progetto artistico internazionale che sta sviluppando con la collaborazione dell’Associazione Dante Alighieri di Anversa e dell’Istituto Italiano di Cultura di Bruxelles.

14-Tuscania-X

I muri parlano, Tuscania, Joris Wouters

I muri parlano è un progetto che fa interagire fotografia, calligrafia e lingua italiana.Tutto parte da 50 muri fotografati in giro per l’Italia, a cui nel tempo si stanno aggiungendo 50 parole desunte dall’Italiano standard o dai dialetti della nostra penisola.

Le parole saranno selezionate da 50 calligrafisti internazionali che le comporranno, ciascuno secondo il suo stile, sui muri, ovunque si trovino in Italia. Poi un catalogo porterà la mostra in giro per il Belgio, l’Olanda e l’Italia.

Mi sono innamorato subito di questo progetto e quando Joris mi ha proposto di pensare a una parola che rappresenti weLand, ho accettato con entusiasmo. Ci abbiamo riflettuto, e la parola proposta è rinnovamento, perché qui a weLand vorremmo vederla scritta non su uno, ma su tutti i muri, come una parola chiave in cui si riconoscano il desiderio e l’impegno di tutti coloro che amano il proprio paese e la propria comunità.

Per ora facciamo i migliori auguri a Joris per il successo del suo progetto. Ma non possiamo nascondere che il nostro sogno è che i muri parlanti di Joris Wouters arrivino fin da noi, ad Asti.

Stefano Caneva

Stefano Caneva

Currently living between Belgium (Antwerp) and Italy (Padova), where he is Marie Curie Research Fellow in History and Digital Humanities at the University of Padova (IT). Co-founder and vice-president of weLand (2012), for which he is responsible for the projects related to Cultural Heritage and educational institutions. Member of Wikimedia Belgium, Wikimedia Italia and the Europeana Network. Project manager of Wiki Loves Piemonte and Wiki Loves Monuments Belgium.

Altri post dello stesso autore - Website


Facebook



Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>