Menù di navigazione+

Benvenuto Guido, benvenuto Art. 34-bis!



Scritto da Stefano Leucci il 26 luglio 2015
Categoria Novità da weLand | Tags: , , , | nessun commento


art34bis

Benvenuto nella nostra rete a Guido, ideatore dell’Art. 34-bis, sul nodo di weLand a Roma :)

L’art. 34-bis è una proposta nata dalla società e cresciuta in rete diretta a riconoscere come diritto sociale una nuova situazione giuridica o anche esigenza fondamentale della società: quella dell’accesso ad Internet.

E questo perché Internet non è solo un mezzo di comunicazione ma sopratutto una nuova dimensione dell’agire umano, un luogo in cui tutti esercitiamo diritti, adempiamo doveri e usufruiamo di infiniti servizi. Non avere accesso ad Internet vuol dire essere tagliati fuori dal mondo, averlo invece vuol dire nuove opportunità di crescita personale e sociale.

Ecco perchè l’art. 34-bis, come diritto sociale, è importante.

Perché è diretto a rimuovere ogni forma di divario digitale e non, infrastrutturale e culturale, espande i diritti e fa ripartire l’economia.

Diritto di accesso ad Interent vuol dire accesso paritario ed effettivo ad Internet, da qualunque parte d’Italia e ad alta velocità. E

questo poi si declina nel diritto ad un  uguale e paritario accesso a tutti i servizi su Internet e, in ultima analisi, nel diritto di tutti di partecipare alla vita delle società e di espandere la propria personalità​.

​La proposta è attualmente depositata alla Camera dei deputati (ddl. Cost. 2816/15) ed in discussione presso la commissione affari costituzionali del Senato della Repubblica (ddl. Cost. 1561/14) che, dopo l’estate, voterà gli emendamenti.​

Per saperne di più, qui potete trovare la registrazione del convegno organizzato in Parlamento.

Come tante altre regioni d’Italia e d’Europa, anche il Monferrato presenta ampie zone di “buio digitale”: paesi, colline in pieno “fallimento di mercato”, in cui gli interessi economici prevalgono sugli interessi dei pochi cittadini che le abitano. Se l’accesso a Internet fosse un diritto, allora tutto il nostro Monferrato sarebbe potenzialmente coperto dalla connessione, tutti potrebbero beneficiarne. Turismo, in primis.

Potete contattare Guido e tutto lo staff di Art. 34-bis tramite il sito web, Facebook o Twitter.

Stefano Leucci

Stefano Leucci

Nato ad Asti nel 1987 e attualmente ricercatore in informatica giuridica presso l'Università di Trento. Mi è bastato un anno fuori da Asti per guardarla da lontano e sentire la necessità di valorizzarne le sue bellezze in una dimensione europea. L'avventura in weLand mi permette di trovare un contesto in cui far ritornare a casa le mie idee, costruendo un nuovo "territorio digitale". Asti ha solo bisogno di essere risvegliata da un sonno profondo. La migliore sveglia è la buona volontà delle persone e la loro energia portata a bene comune.

Altri post dello stesso autore - Website


TwitterFacebookPinterest



Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>