Menù di navigazione+

Arriva la mostra Wiki Loves Monuments 2014!



Scritto da Stefano Caneva il 19 dicembre 2014
Categoria Riflessioni | Tags: , , | nessun commento


wikiloves 2014 copia

Sabato 27 dicembre, 19h, al Diavolo Rosso.

 

Come sempre al Diavolo. Dal 27 dicembre al 7 gennaio. Come nel dicembre 2012, quando Wikimedia Italia ci ha premiato per aver portato con entusiasmo ad Asti il premio fotografico internazionale che allora per la prima volta arrivava in Italia. In quella prima edizione italiana, le foto arrivarono su grande pannelli che weLand ebbe diritto di aggiudicarsi per l’ambito periodo natalizio. Era il compimento del nostro primo progetto come associazione.

Da allora Wiki Loves Monuments Italia è cresciuto enormemente, le mostre locali aumentano ogni anno e le foto si stampano sul luogo. Dal 2013, oltre che con Wikimedia Italia, weLand collabora al progetto WLM in stretta sinergia con CRE[AT]IVE. E’ con loro che continuiamo a portare le foto wiki al Diavolo, Natale dopo Natale, ogni volta con nuovi monumenti e ogni volta con qualche nuova idea.

 

Le novità di quest’anno sono tre. E sono importanti:

1. Per la prima volta, Wiki Loves Asti ha uno sponsor che ci permetterà di dare premi speciali ai vincitori del concorso. Si chiama Alfieri Foto e siamo davvero grati della sua fiducia e collaborazione.

2. Alla tradizionale giuria costituita dalle associazioni weLand e CRE[AT]IVE, abbiamo aggiunto quest’anno due giudici esterni: due fotografi dei quali possiamo dire con orgoglio che sono vecchie conoscenze di weLand, Marco Odina e Roberto Bordieri.

Marco ha vinto l’edizione 2012 di Wiki Loves Asti ed è tuttora il fiore all’occhiello del nostro concorso, con il 5° posto nazionale e 15° internazionale con la foto del Battistero di San Pietro. Sia detto per inciso, siamo orgogliosi di annunciare a tutti che sul powerpoint di presentazione di Wiki Loves Monuments Italia 2014, Asti c’è, grazie a noi e grazie alla foto di Marco.

Genovese ma amante del Monferrato, barone volante della fotografia (stiamo lavorando insieme a un book sulle Alpi viste da un ultraleggero che vi lascerà senza fiato), Roberto è diventato subito nostro amico quando ci siamo incontrati, nell’estate 2013, a Portacomaro per la premiazione della sua foto, vincitrice di “Paesaggi del Monferrato“.

Marco e Roberto hanno dato un valore aggiunto alla nostra selezione e speriamo di averli ospiti sabato 27, perché abbiamo una sorpresa per loro.

3. Per la prima volta, la mostra Wiki Loves Monuments comprenderà, oltre alla selezione astigiana e ai vincitori nazionali, una selezione delle migliori foto piemontesi. Si tratta di un piccolo assaggio di un progetto ambizioso, al quale weLand lavora dalla scorsa estate e che ha già ottenuto il supporto attivo di Spazi Medievali e di Città e Cattedrali. La rete sta crescendo e presto sentirete parlare di noi, con un programma che accompagnerà l’Expo 2015 mostrando il bello della nostra regione attraverso gli scatti di abitanti e turisti appassionati.

Quest’anno come non mai, essere al Diavolo significa qualcosa di importante per noi. #Iostocoldiavolo. Ci siamo sempre, come organizzatori di eventi, come amanti della buona musica, come clienti affezionati. Speriamo ci sarete anche voi, per una serata all’insegna della conoscnza, della bellezza e della cultura aperta.

 

Stefano Caneva

Stefano Caneva

Currently living between Belgium (Antwerp) and Italy (Padova), where he is Marie Curie Research Fellow in History and Digital Humanities at the University of Padova (IT). Co-founder and vice-president of weLand (2012), for which he is responsible for the projects related to Cultural Heritage and educational institutions. Member of Wikimedia Belgium, Wikimedia Italia and the Europeana Network. Project manager of Wiki Loves Piemonte and Wiki Loves Monuments Belgium.

Altri post dello stesso autore - Website


Facebook



Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>