Menù di navigazione+

Una task force Wiki per aumentare la visibilità del Sud Piemonte



Scritto da Stefano Caneva il 9 settembre 2014
Categoria Riflessioni | Tags: , , , , , , | nessun commento


wikivoyage

Da tre anni weLand, insieme a CRE[AT]IVE e Instagramers Asti, portano qui da noi il concorso internazionale Wiki Loves Monuments, la cui sezione italiana è organizzata da Wikimedia Italia.

Leggi su #WikiLovesAsti

La scorsa primavera, weLand, sempre con CRE[AT]IVE e Wikimedia Italia, ha lanciato il progetto Wikipedia va a scuola @ Asti. Anche in questo caso, si tratta di una sinergia che porta a livello locale un progetto didattico nazionale di Wikimedia.

Grazie alla collaborazione del formatore Wikimedia Simone Massi e alla risposta positiva di numerosi docenti astigiani, riprendiamo dopo le vacanze estive con il terzo incontro, fissato giovedì 11 settembre alle ore 17:00. La sede delle lezioni è sempre il Polo Universitario UniAstiss, che fin dall’inizio ha riconosciuto il valore del nostro progetto e ha ospitato gratuitamente le noste lezioni.

Scopo dell’incontro di giovedì è compiere un passo avanti nella costruzione di pagine Wikipedia e nell’organizzazione del lavoro che le classi pilota scolgeranno nell’anno scolastico 2014/5. Tema centrale, per la sua versatilità e per la consonanza con la vocazione del territorio, sarà l’alimentazione nella sua dimensione storico-antropologica, biologica, ambietale e turistica, ma non mancheranno altri temi attraversi i quali docenti e studenti contribuiranno alla conoscenza condivisa di tradizioni, storia e valori del Sud del Piemonte.

Che cosa hanno in comune Wiki Loves Monuments e Wikipedia va a scuola?

Oltre al comune patrocinio di Wikimedia Italia, entrambi i progetti condividono alcuni punti focali essenziali per le strategie di weLand:

- uniscono l’azione locale a una prospettiva nazionale e potenzialmente globale

- rispondono alla necessità di sostenere e potenziare la conoscenza, da parte dei cittadini, delle tradizioni, valori e saperi di cui sono parte in quanto membri di una comunità. In questo sento, entrambi i progetti aspirano a creare legami, contribuendo a sviluppare identità inclusive e collaborative, in cui il bello e il buono della nostra terra si affermano come patrimonio di tutti

- mirano ad accrescere la visibilità mediatica del Sud del Piemonte attraverso canali esterni al marketing tradizionale, perché non monopolizzati da un brand, a costo zero e aperti alla partecipazione di tutti i cittadini

Wikivoyage

Giovedì, al Polo Universitatio UNIAstiss si parlerà di Wikipedia ma non solo. Oltre ad essere cresciuta per ampiezza e qualità, l’enciclopedia libera è divenuta negli ultimi anni polo aggregatore di una grande varietà di progetti limitrofi, dall’enorme potenziale culturale ma anche economico.

Un caso fra tutti è Wikivoyage. Concepito come una guida turistica globale e libera secondo i canoni Wiki, questo portale è destinato a crescere e a divenire una componente essenziale, perché aperta e a costo zero, dei progetti di informazione e marketing turistico che si creeranno in futuro. Tutti possono contribuire a rendere visibile quanto di bello esiste a casa nostra. Tuttavia, sfogliando Wikivoyage alle pagine legate al Piemonte, si scopre che poco o niente è stato finora fatto.

Il progetto Wikipedia va a scuola @ Asti vuole dunque fare da apripista per una task force di più lungo corso, tesa a ovviare a un ritardo nocivo per l’immagine della nostra regione.

A questo scopo, la formazione di scrittori Wiki e la loro organizzazione attorno a un progetto mirato costituiscono il necessario primo passo per arrivare a fare di Asti, e del Piemonte in generale, una realtà concorrenziale nel panorama della comunicazione e del turismo nazionali e internazionali. Il progetto #Wiki Loves Piemonte, lanciato da weLand insieme a Wikimedia Italia per istituire una sezione regionale (la prima in Italia) del concorso fotografico WLM, va in questa medesima direzione.

Si tratta di un processo lngo, che necessariamente a un certo punto avrà bisogno di appoggi istuzionali di alto livello, ma che altrettanto necessariamente deve partire dal basso, a partire dalla formazione dei cittadini, in particolare docenti, operatori museali e studenti.

Il Piemonte che verrà si contruisce anche qui ad Asti, giovedì 11 settembre nell’aula informatica dell’Università.

Stefano Caneva

Stefano Caneva

Currently living between Belgium (Antwerp) and Italy (Padova), where he is Marie Curie Research Fellow in History and Digital Humanities at the University of Padova (IT). Co-founder and vice-president of weLand (2012), for which he is responsible for the projects related to Cultural Heritage and educational institutions. Member of Wikimedia Belgium, Wikimedia Italia and the Europeana Network. Project manager of Wiki Loves Piemonte and Wiki Loves Monuments Belgium.

Altri post dello stesso autore - Website


Facebook



Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>