Menù di navigazione+

L’Ode all’America e le mille facce di Alfieri



Scritto da Stefano Caneva il 8 ottobre 2014
Categoria di mare parole e fatica | Tags: , , | nessun commento


alfieri

211 anni fa, l’8 ottobre 1803 moriva Vittorio Alfieri a Firenze.

L’America libera, raffinato volumetto pubblicato da Scrittura Pura nel dicembre 2013, ha reso fruibile al grande pubblico, per la prima volta in Italia, un aspetto poco noto dell’opera alfieriana: l’Ode all’America, composta dal poeta astigiano tra il 1781 e il 1783, tra Roma e Venezia, e dedicata agli eroi della rivoluzione americana e della guerra per l’indipendenza.

Il volume è basato sull’edizione uscita a Boston nel 1976, in occasione del Bicentenario della Dichiarazione di Indipendenza, e la sua pubblicazione è stata inserita nel programma dell’anno celebrativo che gli Stati Uniti hanno dedicato nel 2013 alla cultura italiana.

Con L’America libera, titolo d’apertura della nuova collana “Zolle”,  curata da Carlo Cerrato, l’editore astigiano Scrittura Pura getta uno sguardo affascinante sui titoli e gli autori meno noti della storia letteraria piemontese.  L’operazione storico-letteraria è arricchita dalla decisione di pubblicare insieme non solo il testo originale di Alfieri, ma anche la storica traduzione inglese del 1976, curata da Adolph Caso, docente e autore di origine italiana, editore e fondatore della Dante University of America: un’iniziativa che sceglie intelligentemente di rivalutare la modernità di Alfieri presso un pubblico veramente contemporaneo, cioè insieme locale e globale.

 

 

Stefano Caneva

Stefano Caneva

Currently living between Belgium (Antwerp) and Italy (Padova), where he is Marie Curie Research Fellow in History and Digital Humanities at the University of Padova (IT). Co-founder and vice-president of weLand (2012), for which he is responsible for the projects related to Cultural Heritage and educational institutions. Member of Wikimedia Belgium, Wikimedia Italia and the Europeana Network. Project manager of Wiki Loves Piemonte and Wiki Loves Monuments Belgium.

Altri post dello stesso autore - Website


Facebook



Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>