Menù di navigazione+

Aggiornamenti su #WLPiemonte2015



Scritto da Stefano Caneva il 4 giugno 2015
Categoria Territorio digitale e nuovi turismi | Tags: , , , , , , | nessun commento


Torre medievale di S. Giorgio Scarampi. Foto di Elio Pallard CC-BY-SA
https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Torre_.San_Giorgio_Scarampi.jpg

La costruzione della rete Wiki Loves Piemonte continua e in questi giorni comincia a darci le prime grandi soddisfazioni.

In due modi:

  • con l’arrivo delle delibere, che con licenze CC-BY-SA e CC-0 aprono monumenti, musei e siti di interesse culturale e naturalistico a tutti i cittadini interessati a fotografare e raccontare il nostro patrimonio regionale. E da quest’anno lo fanno senza termini temporali. Questo vuol dire che i monumenti inseriti nelle liste WLM Italia sono da oggi patrimonio definitivo della cultura libera e aperta.
  • la creazione di nuove promettenti sinergie fra associazioni, fondazioni e pubbliche amministrazioni. Ogni incontro che si realizza grazie a #WLPiemonte2015 è destinato a porre un mattone di un progetto del futuro: una rete regionale efficiente e dinamica, in cui le migliori forze locali interagiscano con le loro competenze per garantire al Piemonte un rinnovato slancio internazionale

 

Oggi ci focalizziamo su due cose.

La prima è un estratto della delibera del Comune di Asti, che ci è pervenuta proprio stamattina. Si tratta di una sezione della Premessa, che a nostro avviso coglie pienamente nel segno dell’importanza di WLM e di iniziative simili per la promozione della cultura e del turismo in un’ottica duratura e sostenibile: integrazione fra analogico e digitale, collaborazione, azione locale con obiettivi globali.

Considerato che anche in Asti nel 2015 e negli anni futuri, in collaborazione con WIKIMEDIA ITALIA, saranno organizzati incontri con fotografi provenienti da tutta Italia, finalizzato alle riprese fotografiche del patrimonio artistico della città;

Valutata l’opportunità di prevedere l’ingresso gratuito ai fotografi che aderiscono a questa iniziativa in tutti i musei, al fine di favorire al massimo la diffusione dell’evento ed il ritorno di immagine derivato dalla pubblicazione sul web delle foto scattate.

La seconda è l’incontro, realizzato ieri, con l’associazione culturale Piemonte Medievale. Come spesso succede con weLand, l’incontro è avvenuto su skype, tra Anversa e Pavia. E come spesso succede quando si comincia a collaborare, si ritrovano persone conosciute tanto tempo fa all’università, ed è bello scoprire che i percorsi della ricerca e dell’impegno per il territorio finiscono che incontrarsi di nuovo.

Simone Caldano è Dottore di Ricerca in Storia Medievale e Presidente di Piemonte Medievale. Con lui abbiamo parlato di progetti comuni, gli abbiamo annunciato che weLand sta collaborando con la Fondazione Goria per fare emergere il progetto “Un bianco mantello di chiese. Rete di valorizzazione integrata delle risorse culturali, architettoniche e paesaggistiche del romanico astigianoattraverso il legame con Wiki Loves Monuments. Proprio oggi la Diocesi di Asti, partner di Wiki Loves Asti dal 2013, ha rilasciato un addendum alla propria delibera, allargando la lista dei monumenti romanici dell’Astigiano fotografabili per WLM. Ci piace pensare che questo sforzo comune apra tante porte del patrimonio culturale alla partecipazione dei cittadini.

Simone ci ha anche parlato di uno splendido progetto con cui Piemonte Medievale intende portare i cittadini a riscoprire le bellezze medievali della nostra regione: un itinerario che tra il 24 e 27 luglio aprirà le porte di Monasteri Certosini del Piemonte. Ecco il Link per saperne di più ed ecco il comunicato stampa, che siamo felicidi rilanciare.

Intanto noi vi diamo  l’appuntamento a presto per novità dalla Provincia di Alessandria!

 

MONASTERI CERTOSINI IN PIEMONTE

(24-27 LUGLIO 2015)

Tra il 24 e il 27 luglio la neonata Associazione “Piemonte Medievale. Paesaggi Arte Storia” condurrà un itinerario alla scoperta dei monasteri certosini piemontesi.

In Piemonte sorsero le prime tre certose italiane: risale al 1172 la prima attestazione di un insediamento di religiosi a Casotto, oggi nel territorio comunale di Garessio (anche se la certezza dell’appartenenza all’ordine certosino si ha solo nel 1199); l’anno seguente, nei pressi di Chiusa Pesio, i Signori di Morozzo fondarono la Certosa di Pesio; nel 1189 il conte Tommaso I di Savoia fondò la Certosa di Losa, nei pressi di Susa, già otto anni dopo trasferita a Montebenedetto, oggi nell’entroterra di Villar Focchiardo (Torino). In Piemonte esiste una quarta certosa che conserva testimonianze importanti delle sue fasi medievali: quella del Mombracco, insediamento che passò alle certosine del monastero di Belmonte, presso Busca, nel 1274.

Nell’itinerario di visita altri monumenti medievali di grande importanza artistica e paesaggistica saranno affiancati alle certose, secondo il percorso che segue.

 

24 LUGLIO

10.00 – Appuntamento ad Adret (frazione di San Giorio di Susa). Escursione alla Certosa di Montebenedetto.

12.30-13.00 – Pranzo al sacco.

15.30 – Sacra di San Michele.

 

25 LUGLIO

9.30 – Certosa del Mombracco.

11.00 – Santa Maria di Cavour.

12.30 – 13.00 – Pranzo al sacco.

15.00 – Abbazia di Staffarda.

17.00 – Torri campanarie nei dintorni di Staffarda.

 

26 LUGLIO

10.00 – Certosa di Pesio.

12.30 – 13.00 – Pranzo al sacco.

15.00 – Mondovì.

 

27 LUGLIO

10.00 – Certosa di Casotto.

12.30 – Pranzo al sacco.

15.00 – Alba: cattedrale (con percorso archeologico e torre campanaria) e San Domenico.

[Non abbiamo ancora avuto un riscontro sull'accessibilità della Certosa di Casotto; nel caso non fosse possibile, la giornata sarà interamente dedicata ad Alba].

 

Per partecipare occorre essere soci dell’associazione “Piemonte Medievale. Paesaggi Arte Storia”. Per il 2015 la quota sociale ammonta a 15 euro. Sarà inoltre richiesto un piccolo contributo: 5 euro a giornata, 15 euro per tutte le quattro giornate.

 

L’associazione è stata costituita lo scorso 15 aprile da 8 giovani studiosi di medioevo piemontese, mossi dal desiderio di fare in modo che i risultati delle loro ricerche non rimangano chiusi in un cassetto. Per saperne di più, si può fare riferimento al sito www.piemontemedievale.it, oppure alla pagina facebook www.facebook.com/piemontemedievale.

 

Per adesioni e/o informazioni, si può utilizzare l’indirizzo info@piemontemedievale.it, oppure scrivere in privato alla pagina facebook.

 

Foto in copertina: Torre medievale di S. Giorgio Scarampi

Foto di Elio Pallard CC-BY-SA

https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Torre_.San_Giorgio_Scarampi.jpg

MONASTERI CERTOSINI IN PIEMONTE

(24-27 LUGLIO 2015)

 

Tra il 24 e il 27 luglio la neonata Associazione “Piemonte Medievale. Paesaggi Arte Storia” condurrà un itinerario alla scoperta dei monasteri certosini piemontesi.

In Piemonte sorsero le prime tre certose italiane: risale al 1172 la prima attestazione di un insediamento di religiosi a Casotto, oggi nel territorio comunale di Garessio (anche se la certezza dell’appartenenza all’ordine certosino si ha solo nel 1199); l’anno seguente, nei pressi di Chiusa Pesio, i Signori di Morozzo fondarono la Certosa di Pesio; nel 1189 il conte Tommaso I di Savoia fondò la Certosa di Losa, nei pressi di Susa, già otto anni dopo trasferita a Montebenedetto, oggi nell’entroterra di Villar Focchiardo (Torino). In Piemonte esiste una quarta certosa che conserva testimonianze importanti delle sue fasi medievali: quella del Mombracco, insediamento che passò alle certosine del monastero di Belmonte, presso Busca, nel 1274.

Nell’itinerario di visita altri monumenti medievali di grande importanza artistica e paesaggistica saranno affiancati alle certose, secondo il percorso che segue.

 

24 LUGLIO

10.00 – Appuntamento ad Adret (frazione di San Giorio di Susa). Escursione alla Certosa di Montebenedetto.

12.30-13.00 – Pranzo al sacco.

15.30 – Sacra di San Michele.

 

25 LUGLIO

9.30 – Certosa del Mombracco.

11.00 – Santa Maria di Cavour.

12.30 – 13.00 – Pranzo al sacco.

15.00 – Abbazia di Staffarda.

17.00 – Torri campanarie nei dintorni di Staffarda.

 

26 LUGLIO

10.00 – Certosa di Pesio.

12.30 – 13.00 – Pranzo al sacco.

15.00 – Mondovì.

 

27 LUGLIO

10.00 – Certosa di Casotto.

12.30 – Pranzo al sacco.

15.00 – Alba: cattedrale (con percorso archeologico e torre campanaria) e San Domenico.

[Non abbiamo ancora avuto un riscontro sull'accessibilità della Certosa di Casotto; nel caso non fosse possibile, la giornata sarà interamente dedicata ad Alba].

 

Per partecipare occorre essere soci dell’associazione “Piemonte Medievale. Paesaggi Arte Storia”. Per il 2015 la quota sociale ammonta a 15 euro. Sarà inoltre richiesto un piccolo contributo: 5 euro a giornata, 15 euro per tutte le quattro giornate.

 

L’associazione è stata costituita lo scorso 15 aprile da 8 giovani studiosi di medioevo piemontese, mossi dal desiderio di fare in modo che i risultati delle loro ricerche non rimangano chiusi in un cassetto. Per saperne di più, si può fare riferimento al sito www.piemontemedievale.it, oppure alla pagina facebook www.facebook.com/piemontemedievale.

 

Per adesioni e/o informazioni, si può utilizzare l’indirizzo info@piemontemedievale.it, oppure scrivere in privato alla pagina facebook.

Stefano Caneva

Stefano Caneva

Currently living between Belgium (Antwerp) and Italy (Padova), where he is Marie Curie Research Fellow in History and Digital Humanities at the University of Padova (IT). Co-founder and vice-president of weLand (2012), for which he is responsible for the projects related to Cultural Heritage and educational institutions. Member of Wikimedia Belgium, Wikimedia Italia and the Europeana Network. Project manager of Wiki Loves Piemonte and Wiki Loves Monuments Belgium.

Altri post dello stesso autore - Website


Facebook



Inserisci un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>